venerdì 28 giugno 2013

effetto tablet...

Image and video hosting by TinyPic

eccolo qui, un piccolo regalo che mi sono concessa,
piccolo abbastanza da essere messo in borsa...
grande abbastanza per vedere bene cosa c'è scritto!

Nonostante la mia avversione alla globalizzazione
ho ceduto all'idea di poter essere sempre "connessa" con il mondo.
Due giorni dedicati allo studio delle funzioni,
all'attivazione degli account, alla sincronizzazione...
termini che mi mettono ansia solo a pensarli...
alla fine scopro che forse sono più tecnologica di quello che vorrei.

Effetti collaterali...non riesci a spengerlo, è sempre acceso...
le email arrivano lì, le notifiche dei social immediate,
scarico le applicazioni per wordpress e blogger...
per leggere libri e ascoltare musica...
il pc rimane spento...sembra quasi che non serve più...

No, non è così...è una sensazione strana,
ma per "comunicare" c'è bisogno di fermarsi...sedersi...ascoltare...
ecco, ora è come se fossi seduta in una stanza, con amici...
il pc ti impone di fermarti...di prenderti il tempo...
e di "guardare" oltre lo schermo...
ed è così che riesco a scrivere...a "parlare"...


Image and video hosting by TinyPic
 

sabato 15 giugno 2013

la libertà di volare...


 
 
“…vivi, corri per qualcosa, corri per un motivo…
che sia la libertà di volare
o solo per sentirti vivo…”
 
(I Nomadi)
Image and video hosting by TinyPic
Buon fine settimana
 
 
 
 
 
 

giovedì 6 giugno 2013

riflessione...


...in questi ultimi due o tre giorni,
dopo aver fatto passare questo 2 giugno abbastanza inosservato
come se fosse un giorno che non ci riguarda in fondo,
non ci appartiene...
mi chiedo...
quando il Governo di uno Stato non sente il "dovere" di partecipare
un anniversario importante per la propria nazione
cosa vuol dire?
Non c'è più unità tra chi governa e il popolo,
o dovrei dire sudditi?
non c'è più fiducia, nè condivisione...?
come due linee parallele...due Italie...
quella che ha il potere e quella che subisce il potere...
quella che si celebra il suo 2 giugno
e quella che in silenzio non ci si riconosce più...
è grave questo pensiero...è grave quello che avviene...
è grave quello che suscita...
è questa la crisi più grave, oltre quella economica...
una crisi economica sono numeri, cifre, valori reali,
una crisi morale è profonda, è nell'uomo...intacca i suoi valori...
da una crisi economica puoi uscirne, fai calcoli...
da una crisi morale come questa se ne esce solo
rimettendo in gioco priorità e valori umani primari...
amore, speranza, lealtà, rettitudine, onestà, rispetto, giustizia...
non pensando solo allo spread,
uno stato, una società che si preoccupa del solo benessere
fisico ed economico, è una società malata "dentro"
è il fallimento...
mette paura il solo pensiero...
è questa la crisi che oscura i cuori e le menti...
è questa la crisi che ingrigisce le città...
è questa la crisi che appare sempre di più...
Dupont con il suo commento nel post precedente sfoga
la sua rabbia e il suo disappunto contro uno Stato che celebra se stesso
e un popolo che gira la testa per non farsi "toccare" troppo dai problemi...
è la stessa crisi morale...
di chi gira la testa per pensare solo a se stesso e
di chi la gira per non pensare e si accontenta...

"Quando i governi opprimono e sfruttano fanno il loro mestiere
e chiunque gli affida senza controllo la libertà non ha il diritto di meravigliarsi
che la libertà sia immediatamente disonorata.
Se la libertà è oggi umiliata o incatenata, non è perché i suoi nemici hanno usato il tradimento,
ma perché i suoi amici hanno dato le dimissioni."
(Albert Camus - Tratto dal discorso di Camus “Pane e libertà”
presso la camera del lavoro di S.Etienne - 1953)
 
*citazione presa su Cavaliere oscuro del web*


sabato 1 giugno 2013

Buonanotte all'Italia...



 
 
 
Credo sia una delle più belle canzoni dedicate all'Italia
per ricordarci che il bello vive in questa nostra nazione un pò disastrata,
in questo momento,
per ricordarci che grandi valori e grandi uomini l'hanno costruita, voluta, amata
qualcuno fino a donare la vita,
ci vuole coraggio, amore, speranza per costruire
e li abbiamo sempre dentro di noi,
immagini in bianco e nero che si colorano con gli anni
ma in quel bianco e nero c'erano più colori che mai,
più che in qualsiasi altro momento,
colori vivi, forti, decisi,
che ci hanno lasciato segni, ricordi, fondamenta,
alle quali appoggiarci...anche ora...

Buon 2 giugno Italia!


Image and video hosting by TinyPic
 
 
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...